Logo Comune
» Chiesa di San Lussorio

 Descrizione tratta da: Selargius e i suoi tesori : itinerario archeologico monumentale / a cura di Carlo Desogus.

  • Chiesa romanica risalente al XII° sec., costruita sulle fondamenta di un antico edificio di epoca romana. La tradizione vuole che in questo luogo, il 21 Agosto del 304 d. C., fosse stato martirizzato San Lussorio. Sorge nella località detta Serriana, non molto distante dal sito in cui in età medievale sorgeva forse la "villa" di Paluca (o Palusca). Il Vitale, nel suo Annales Sardiniae del 1639, fa risalire la fondazione del tempio al V secolo d. C., come dimostrerebbe il numeroso materiale archeologico rinvenuto nella zona. Agli inizi dell'XI secolo la chiesa risulta essere intitolata, per motivi non del tutto chiariti, a San Lucifero. Comunque, nel 1365 era di nuovo dedicata a San Lussorio, come appare nell'elenco delle rendite della Mensa Arcivescovile di Cagliari. Nel XVII secolo la chiesa era riconosciuta come "cresia de is Santus". L'apellativo fa riferimento alla tradizione che vuole San Lussorio martirizzato in loco assieme ai piccoli Cesello e Camerino. Il santuario era molto venerato, cosicchè il pontefice Paolo V concesse nel 1619 l'indulcenza plenaria a tutti i fedeli che avessero visitato la chiesa nel giorno della festa dei "Tre Santi", il 21 agosto. Non sappiamo per quale motivo, ma da alcuni secoli la festa viene celebrata alla fine di ottobre, al contrario di quanto avviene negli altri paesi sardi devoti al santo, che continuano a festeggiarlo il 21 agosto.
 
Esterno Chiesa San Lussorio
 
Prospetto destro San Lussorio

 

Biblioteca Comunale di Selargius | @admin